top of page

Lenti notturne : come dire stop alla miopia

Aggiornamento: 9 feb 2023

Negli ultimi anni numerosi studi scientifici hanno dimostrato che l’ortocheratologia è un trattamento molto utile per poter contenere il ricorso alle lenti a contatto tradizionale e agli occhiali da vista, anche nei bambini. Inoltre, proprio nei pazienti più giovani, le lenti notturne per l’ortocheratologia possono candidarsi ad essere un metodo di riferimento per rallentare l’evoluzione della miopia che, nell’età evolutiva, tende a peggiorare molto velocemente, inducendo così i bambini a cambiare le lenti molto spesso.


Prenota il tuo test Gratuito


I vantaggi dell’ortocheratologia

Ricorrendo all’ortocheratologia, i bambini potranno assistere a un rallentamento progressivo della miopia che, nelle migliori ipotesi, arriverà altresì ad arrestarsi del tutto.

In questo modo, i bambini potranno beneficiare di un contenimento del rischio di un rapido peggioramento della miopia e, arrivati all’età adulta, potranno scegliere il sistema di correzione più appropriato per il proprio difetto visivo come, ad esempio, la chirurgia refrattiva con il laser.

In aggiunta a ciò, si tenga in considerazione che l’uso delle lenti notturne per la miopia permette al bambino di vivere più serenamente la propria vita quotidiana. Potrà infatti recarsi a scuola, al parco, in palestra o al campo giochi senza portare con sé gli occhiali o tutto il necessario per le lenti a contatto tradizionali.

L’uso delle lenti ortocheratologiche non è rischioso

Molti genitori sono timorosi nel far avvicinare i propri figli alle lenti ortocheratologiche per arrestare la progressione della miopia. In realtà, l’utilizzo di queste lenti non è più rischioso nei bambini rispetto agli adulti, se vengono eseguite tutte le norme di igiene e se sono utilizzati i prodotti per qualità di cui disponiamo nel nostro centro.

Pertanto, in assenza di specifiche controindicazioni, l’uso delle lenti ortocheratologiche si rivelerà una procedura sicura ed efficace per poter contenere e stabilizzare il difetto visivo. Consigliamo anzi una sua applicazione tempestiva, prima che la miopia inizi la sua celere fase di peggioramento, per evitare che il difetto visivo si aggravi.




In quali casi è utile l’ortocheratologia

L’ortocheratologia non è utile solamente nelle ipotesi di miopia, ma può trovare fertile applicazione anche nelle ipotesi di altre ametropie, come l’astigmatismo e l’ipermetropia. In alcuni casi, inoltre, l’ortocheratologia si rivela utile anche nel trattamento temporaneo della presbiopia.

Ad ogni modo, attualmente il principale ricorso all’ortocheratologia è legato proprio al rallentamento della progressione della miopia nei bambini e negli adolescenti.





I test prima dell’ortocheratologia

Prima di procedere con l’applicazione della procedura ortocheratologica è necessario sottoporsi ad alcuni test poco invasivi finalizzati a valutare le condizioni di salute degli occhi del paziente.











348 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page