top of page

Un Bambino Su Cinque Malato Di Miopia Durante Il Lockdown: La Prevenzione Come Unica Arma.

Aggiornamento: 30 nov 2021

Lo studio


Secondo uno studio avviato a Hong Kong, un bambino su cinque si è ammalato di miopia durante il lockdown. Le cause: poco tempo passato fuori casa e sette ore al giorno davanti a uno schermo.


L'Hong Kong Children Eye Study, un programma permanente creato per monitorare la vista dei bambini tra 6 e 8 anni, ha pubblicato i risultati relativi al lockdown. Tra dicembre 2019 e agosto 2020, quando anche in Asia sono state adottate le misure restrittive, il 19,5% dei 709 ragazzi reclutati nello studio - cioè quasi uno su cinque - ha avuto una diagnosi di miopia.


I dati sono pubblicati dal British Journal of Ophthalmology e parlano di un aumento importante rispetto all'epoca precedente.


Schermi lontani e pause frequenti


Entrambi i fattori incidono sulla vista dei bambini, spiega Matteo Piovella, presidente della Società italiana di oftalmologia (Soi): "La luce del Sole ha un meccanismo positivo che previene la miopia. E gli schermi affaticano i meccanismi di accomodamento dell'occhio responsabili della messa a fuoco". Le soluzioni: "Tenere lo schermo ad almeno 40 centimetri e fare una pausa ogni venti-trenta minuti, guardando lontano". Anche a scuola, la Società di oftalmologia consiglia di fare una pausa ogni mezz'ora trascorsa davanti al computer".


Esistono, inoltre, delle particolari lenti pensate per chi sta spesso davanti a tablet, pc o schermi, che aiutano gli occhi a non avere stress visivo sia grazie alla tecnologia SMARTLIFE (Scopri di più) sia grazie alla tecnologia contro la luce blu come le BLUEGARD (Scopri di più)

Ma l'abitudine di passare ore davanti agli schermi è stata accentuata dal Covid anche da noi, come negli altri 180 paesi del mondo dove le scuole sono state chiuse, tenendo a casa l'80% degli studenti del pianeta. "La miopia nella maggior parte dei casi resta un disturbo lieve, che oggi può essere curato facilmente" spiega Piovella. "Ma in alcuni rari casi, soprattutto dopo i 60 anni, può aggravarsi e portare anche a perdita della vista. Temo che da qui al 2030 il numero di persone che subiranno questa grande tragedia raddoppierà". E se la miopia è il disturbo della vista che più è legato agli stili di vita, il Covid ha dato il suo contributo negativo anche agli altri.


Ecco perché è importante controllare e monitorare la vista dei più piccoli e soprattutto aiutarli ad affrontare meglio la vita di ogni giorno.


Come?


Il primo passo da fare è controllare la sua vista.


Basterà cliccare qui sotto e prenotare una visita gratuita senza impegno.


C’è un tempo limite?


No, ma per prevenire una possibile miopia è importante controllare il prima possibile la vista del tuo bambino.


Cosa aspetti?


Prenota adesso una visita gratuita.




309 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page