VISITA OTTICA O VISITA OCULISTICA: QUAL È LA DIFFERENZA?

Aggiornato il: giu 1


Guarda la nostra videointervista con Il DOTT Vincenzo Florio Oftalmologo.


COSA FA L’OTTICO

L’ottico è una figura professionale.

L’ottico può:

  • Misurare e analizzare i difetti della vista;

  • Progettare lenti Speciali multifocali, da ufficio, digitali

  • Vendere occhiali o lenti a contatto;

  • Svolgere attività di laboratorio eseguendo montaggio e confezionamento del prodotto;

  • Vendere montature e tutto il necessario per l’igiene e la pulizia di lenti e occhiali;

  • Proporre e vendere ausili per ipovedenti.

L’ottico non può:

  • Accertare malattie;

  • Prescrivere terapie mediche;

  • Prescrivere farmaci.


La prescrizione delle lenti correttive da parte dell’ottico optometrista dovrebbe di norma avvenire solo dietro prescrizione medica che attesti l’assenza di patologie oculari. Inoltre a differenza dell’oculista, l’ottico non può eseguire l’esame del fondo oculare, ovvero il check approfondito della retina e delle altre strutture oculari posizionate dietro l’iride e il cristallino. Questo esame avviene di norma dietro instillazione di gocce che dilatano la pupilla.


COSA FA L’OCULISTICA

L’oculistica è un medico specialista che, dopo aver conseguito il titolo in Medicina e Chirurgia, ha deciso di proseguire gli studi specializzandosi in oftalmologia, branca della medicina che studia le malattie dell’apparato visivo. Oltre a ciò ha ottenuto l’abilitazione professionale per la pratica della medicina. In totale un medico oculista ha alle spalle almeno 11 anni di studi.

Rispetto all’ottico, il medico oculistica può:

  • Prescrivere occhiali;

  • Effettuare diagnosi;

  • Prevenire e curare le malattie;

  • Prescrivere terapie e farmaci;

  • Eseguire interventi chirurgici.

L’oculista è l’unica figura abilitata a risolvere i difetti refrattivi e a trattare qualsiasi malattia e disturbo dell’occhio.