top of page

Occhiali per lavorare, l’importanza di scegliere la tipologia giusta

Aggiornamento: 9 dic 2021

Quando si scelgono degli occhiali per lavorare, soprattutto se si è attivi in ufficio avendo sulla scrivania diverse apparecchiature informatiche (notebook, tablet, ecc.), è fondamentale prendersi cura dei propri occhi munendosi di occhiali che siano in grado di rendere nitida e confortevole la propria visione.


In tal senso, è lecito rammentare come le soluzioni a disposizione dei lavoratori siano numerose.

Si pensi, come scelta di “partenza”, agli occhiali da lettura. Anche se inizialmente potrebbero sembrare una buona ed economica soluzione, in realtà questi occhiali sono progettati per accontentare la visione nelle distanze molto brevi, mentre per vedere in maniera chiara ciò che è indicato sullo schermo, occorrerà avvicinare la testa al monitor, con conseguente fastidio sui muscoli del collo e della schiena.




Ecco dunque che alcune persone scelgono di effettuare un passo in avanti a optare per degli occhiali con lenti multifocali. Effettivamente, così agendo, si potrà avere a disposizione un paio di occhiali con i quali poter vedere nitidamente da lontano e da vicino. Tuttavia, questi occhiali non sono certo l’ideale per poter lavorare davanti a uno schermo: queste lenti hanno infatti una parte inferiore che permette di vedere gli oggetti vicini, ma quando si lavora dinanzi a un monitor in realtà si guarda allo stesso anche mediante tale parte sottostante, tanto che per poter riuscire a vedere nitidamente bisognerà spostare la testa, favorendo una postura innaturale che a lungo andare affaticherà collo e spalle.


Si arriva così a quella che il più delle volte è la scelta migliore, ovvero delle apposite lenti office, per ufficio e computer: definite anche come “lenti occupazionali”, queste soluzioni si rivolgono a un pubblico che utilizza gli occhiali per molto tempo, e che necessita di avere u